CORO POLIFONICI DEL MARCHESATO

  

 

Chi Siamo

 

Nata nel 1986 a Saluzzo, l’Associazione Corale I Polifonici del Marchesato ha, al suo attivo, circa 450 concerti ed è formata da oltre 50 elementi. Nei suoi 30 anni di vita, tra i palchi più prestigiosi sui quali il coro si è esibito, ricordiamo: la Basilica Superiore di S. Francesco ad Assisi, il rifugio Quintino Sella (2640 m. slm), la Basilica di S. Giacomo e la Basilica SS. Apostoli a Roma, il Teatro Ariston di Sanremo, il Teatro Regio di Torino, Palazzo Vecchio a Firenze, il Palazzo della Gran Guardia e l’Arena a Verona, le città spagnole di Valencia e Barcellona, quelle francesi di Mentone, Lione, Marsiglia, quella tedesca di Heidenheim, oltre a moltissimi capoluoghi delle varie regioni d’Italia.

In questi ultimi anni ha operato alcuni gemellaggi, collaborazioni e scambi con diverse realtà musicali; ha tenuto numerose lezioni-concerto negli istituti scolastici superiori della propria città; ha organizzato numerose rassegne concertistiche denominate "Armonia di Voci" nella Città di Saluzzo.

Ha eseguito, in prima assoluta, un concerto per orchestra di chitarre e coro. Per il 2000 è stato nominato coro giubilare dell'Abbazia di Staffarda. Nel dicembre dello stesso anno ha pubblicato il suo primo compact disc, dal titolo “Incanto”.

Molto stretta è la propria collaborazione con il Comune e con la Diocesi Saluzzo, per i quali in questi ultimi anni si è esibito ripetutamente. Nel febbraio 2004 ha prestato le proprie voci e i propri volti per la colonna sonora della fiction tv (Rai 1) “Virginia” in onda ad ottobre 2004, periodo in cui è stato presentato ufficialmente il Cd “Fuori dal Tempo”, costituito interamente da un repertorio profano. In occasione del Natale 2007 è uscito il suo terzo Cd, dal titolo “Voci di Natale”, lavoro in cui è presente anche la celebre Misa Criolla di Ramirez.

Dal 2005 organizza, annualmente, la rassegna musicale “Suoni dal Monviso”, stagione musicale sulle montagne della Granda che ha richiamato artisti quali Antonella Ruggiero, Giovanni Allevi, Arisa, I Neri per Caso, Marco Paolini, gli Swingle Singers, Roberto Vecchioni, i Cluster, Ron, il quintetto d’archi dei Berliner Philarmoniker, la Banda Osiris, Nathalie, il Coro Sat di Trento...

Nel 2009 ha messo in repertorio l’Oratorio “La luce delle tacite stelle” per soli, coro e orchestra d’arpe, del compositore contemporaneo russo Valerj Kikta (in terza esecuzione mondiale); nell’aprile 2010, con la collaborazione dell’orchestra d’archi MonviStreicher, il coro ha proposto alla cittadinanza saluzzese la Messa Jazz del compositore contemporaneo americano-svedese Steve Dobrogosz. Nel 2011: ha eseguito, in diretta Rai, il concerto di Ferragosto con l’Orchestra Bruni di Cuneo, prima dell’esecuzione della Petite Messe Solennelle di Rossini (per soli, coro e orchestra) in occasione dei festeggiamenti per il Giubileo della Diocesi di Saluzzo. Sempre nel 2011 ha partecipato ad un festival corale ad Augusta (Sicilia) prima di concludere con i concerti organizzati per i 25 anni di attività del gruppo.

Il coro ha partecipato per due volte il tradizionale concerto di Ferragosto in diretta Rai insieme all’orchestra Bruni di Cuneo, nel 2011 sulla spianata di Superga, a Torino, e, nel 2013, a Pian del Re (Crissolo).

Nel 2012 ha concertato nelle città di Firenze e L’Aquila e ha eseguito, in occasione dei 500 anni della Diocesi di Saluzzo, i corali della Passione secondo S. Matteo di J. S. Bach.

Nel 2013 ha avuto l’onore di esibirsi nell’Arena di Verona e ha concluso l’anno con tre concerti a: Fermignano (Urbino), Valdagno (Vicenza) e Bareggio (Milano).

Nel 2014 ha partecipato, con successo, al concorso televisivo “La Canzone di Noi” in diretta su TV2000, classificandosi tra i primi sei cori su oltre 300 gruppi partecipanti. Nel 2014 e nel 2015 ha eseguito, a Saluzzo, l’opera di Carl Orff “Carmina Burana”.

Nel 2016 ha partecipato al Festival des Collines Chantantes a Cottance (nei pressi di Lione) quale unico gruppo musicale italiano.

Sempre nel 2016 ha presentato in concerto la “Messa di Requiem” di W. A. Mozart eseguita con l’Orchestra Bartolomeo Bruni di Cuneo. Nel 2016 ha presentato “Polifonici 3.0”, sua quarta produzione discografica, mentre sono oltre 400 i brani in repertorio, tratti da 5 secoli di letteratura musicale, sacra e profana con spazio per la musica pop, colonne sonore e spiritual, il tutto proposto per coro solo o con pianoforte, organo e gruppi orchestrali (archi, sinfonici, arpe, strumenti andini) Dal 1991 è sotto la direzione del M° Enrico Miolano.

Inserisci la tua mail